top of page
  • Immagine del redattore°Claudia°

I 7 ✨Chakra

L‘intero universo è fatto di energia e il tuo corpo non fa eccezione. I 7 chakra svolgono un ruolo importante nell’equilibrio e nella salute dei nostri corpi. Molto prima dell’avvento delle tecnologie e delle scienze moderne, le culture antiche sapevano che tutti gli esseri viventi portavano con sé una forza vitale. Hanno così deciso di chiamare i centri di energia che si muovono dentro di noi i 7 chakra.

Ma che cosa sono questi 7 chakra?

Chakra è un’antica parola che deriva dal Sanscrito e che letteralmente significa “ruota”. Questo perché la forza vitale, detta anche prana, che si muove dentro di te gira e rigira. Questa energia rotante ha 7 centri nel tuo corpo, che partono dalla base della colonna vertebrale, fino alla cima della testa. In una persona sana ed equilibrata, i 7 chakra forniscono il giusto equilibrio di energia ad ogni parte del tuo corpo, alla mente e allo spirito. Ma se uno dei tuoi chakra gira troppo velocemente, viene bloccato oppure si muove troppo lentamente, allora la tua salute ne soffrirà.

Imparando a conoscere i 7 chakra, puoi imparare ad essere più in sintonia con i cicli energetici naturali del tuo corpo. Puoi usare queste informazioni per collegare gli squilibri fisici, emotivi e spirituali con i chakra che li potenziano. E grazie a queste conoscenze, puoi iniziare a bilanciare i tuoi chakra per poter vivere una vita sana e armoniosa.


I 7 Chakra per principianti

Prima di immergerci nella spiegazione dei 7 chakra, prendiamoci un momento per sintonizzarci con il nostro corpo e sentire i chakra al lavoro. Per i principianti, questi esercizi possono sembrare strani, ma se imparerai a seguire il flusso, presto diventerai un esperto del campo. Puoi percepire i centri di energia prana in modo differente: lieve, molto intenso oppure per niente. Ricorda solo che qualunque cosa accada, va bene.

Introduzione alla meditazione dei chakra

1. Innanzitutto, assicurati di trovarti in uno spazio tranquillo. Siediti in silenzio per un momento e fai alcuni respiri profondi. Lascia che la tensione e lo stress scivolino via per un momento. Cerca di vivere il momento presente, in connessione con il tuo corpo.

2. Ora, concentrati sulla base della colonna vertebrale (il coccige) e immagina una luce rossa che gira luminosa. Sentila pulsare e ruotare assieme al tuo respiro. Accoglila per un momento.

3. Poi, sposta la tua attenzione sulla parte superiore della colonna vertebrale, in quella zona di un paio di pollici sotto l’ombelico. Senti il ​​calore di una brillante luce arancione che gira. Ancora una volta, nota come si muove con il respiro.

4. Ora, concentrati sulla parte del tuo corpo che si trova a un paio di centimetri sopra l’ombelico. Probabilmente hai familiarità con quest’area perché quando provi forti emozioni come l’amore o la paura, probabilmente la senti qui. Nota come puoi percepire l’intensa luce gialla che ruota in quel punto.

5. Adesso cerca di spostare la tua attenzione più in alto, al centro del petto, dove si trova il tuo cuore. Questa zona brilla di una luce verde brillante. Quando ti commuovi o sei toccato da un evento, potresti istintivamente mettere la mano su questo punto. Connettiti con questa zona ora. 6. Dopodiché, porta la tua attenzione alla gola. Immagina una luce blu brillante che inizia a girare in quella zona. Potresti sentire il bisogno di ingoiare o schiarirti la gola. 7. Poi, concentrati verso lo spazio che rimane tra le sopracciglia: il tuo terzo occhio. Questa zona contiene una luce indaco profonda. Immagina che questa luce giri e che diventi sempre più luminosa. 8. Infine, sposta la tua attenzione sulla parte superiore della testa. Immagina una vibrante luce viola che gira direttamente dalla parte superiore del tuo corpo. Questa luce ti collega all’universo. Riesci a sentire la pace che deriva da questa luce?

I 7 Chakra

  1. Il Chakra della Radice

  2. Il Chakra Sacrale

  3. Il Chakra del Plesso Solare

  4. Il chakra del Cuore

  5. Il chakra della Gola

  6. Il chakra del Terzo Occhio

  7. Il chakra della Corona

A quale religione appartengono i 7 chakra?

Alcuni credono che i 7 chakra siano simboli religiosi – ma, in realtà, non appartengono a nessuna religione particolare. Detto questo, i chakra sono presenti sia nell’induismo che nel buddismo tantrico.


Inoltre, in base della posizione che ogni chakra occupa nel nostro corpo, ad esso viene associata anche una specifica ghiandola endocrina.

Le ghiandole endocrine hanno il compito di rilasciare nel corpo gli ormoni, e la loro funzionalità è soggetta ad uno stato di equilibrio che, se compromesso, può generare stress, ansia e malfunzionamento dell’organismo.

Un esempio banale? La classica “sindrome pre-mestruale”.

Quando l’energia di un chakra è attiva, anche la ghiandola endocrina corrispondente, o gli organi ad essa associati, riescono a svolgere al meglio le loro funzioni vitali.

Tuttavia, a causa di traumi, o tensioni fisiche ed emozionali, i chakra possono chiudersi temporaneamente, oppure, al contrario, possono essere eccessivamente stimolati, e quindi sovraccarichi di energia.

Questo determina uno squilibrio, che può manifestarsi in disturbi emozionali.

Conoscendo il funzionamento dei chakra, è quindi possibile comprendere i nostri squilibri energetici, e capire dove andare a lavorare per ristabilire un equilibrio psico-fisico .

Per essere in grado di farlo dobbiamo ovviamente conoscere le caratteristiche specifiche di ogni chakra

Prima, però, cerchiamo di capire un po meglio cosa sono effettivamente i chakra.

Cosa sono i Chakra

Secondo la teoria dello yoga, tutti noi siamo fatti di un corpo fisico, visibile, ed un corpo energetico, invisibile, che regola le nostre attività intellettuali e spirituali.

Questo corpo invisibile è fatto di “prana“, ovvero la nostra energia vitale.

Il prana fluisce nel nostro corpo attraverso degli speciali canali energetici chiamati “nadi“; questi canali energetici sono numerosissimi, (se ne contano più di 72.000), ma ne esistono 3 di principali:  Sumshumna, Ida e Pingala.

Sumshumna è la nadi principale; inizia il suo percorso alla base della spina dorsale e lo termina sulla sommità del capo.

Anche le altre due nadi secondarie ma comunque importantissime e cioè Ida e Pingala partono dalla base dalla colonna vertebrale ma anziché procedere in linea retta, seguono un percorso a spirale, incrociandosi per 6 volte prima di terminare nel 6 chakra: Ajna, chiamato anche terzo occhio.

Ogni volta che le nadi (o canali energetici) si incontrano, danno vita ad un chakra, per cui i chakra nel corpo sono numerosissimi ma possiamo distinguerne 7  principali e che si trovano in linea retta, lungo la colonna vertebrale. I chakra sono quindi dei vortici di energia. 

Lo scopo della pratica dello yoga è quello di risvegliare l’energia che risiede alla base della colonna vertebrale, dove è situato il primo chakra, e di farla risalire lungo questo percorso energetico, attraversando ed illuminando tutti i 7 chakra principali.

Quando un chakra viene illuminato da questa energia spirituale, che si chiama kundalini, essa lo riporta al suo regolare funzionamento, riparando i danni causati dallo stress mentale, emotivo e fisico della vita di tutti i giorni.

Ogni chakra, oltre ad avere una sua funzione, e a rappresentare aree specifiche del corpo, è associato anche a molte altre realtà: ha un proprio colore, un proprio elemento, un proprio suono (o mantra), una divinità, una pietra, un animale e un pianeta.


Namasté





11 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page